2.2.2 Righi multipli

Come abbiamo visto in Espressioni musicali, i file di input di LilyPond si costruiscono in base alle espressioni musicali. Se la partitura inizia con espressioni musicali simultanee, LilyPond crea più di un rigo musicale. Tuttavia, è più facile vedere quel che accade se creiamo ogni rigo musicale esplicitamente.

Per ottenere più di un rigo musicale, ogni brano musicale che costituisce un rigo è contrassegnato da \new Staff. Questi elementi Staff vengono poi combinati in parallelo con << e >>:

\relative c'' {
  <<
    \new Staff { \clef "treble" c4 }
    \new Staff { \clef "bass" c,,4 }
  >>
}

[image of music]

Il comando \new introduce un ‘contesto di notazione.’ Un contesto è un ambiente in cui vengono interpretati gli eventi musicali (come le note o i comandi \clef). Nel caso di brani semplici, tali contesti vengono creati automaticamente. Per brani più complessi, è meglio contrassegnare esplicitamente i contesti.

Ci sono vari tipi di contesto. Score, Staff, e Voice gestiscono la notazione melodica, mentre Lyrics imposta i testi e ChordNames visualizza i nomi degli accordi.

In termini di sintassi, se si inserisce \new prima di un’espressione musicale, si crea un’espressione musicale più grande. In questo modo assomiglia al segno di minore in matematica. La formula (4+5) è un’espressione, quindi -(4+5) è un’espressione più grande.

Le indicazioni di tempo inserite in un rigo musicale si estendono di default a tutti gli altri righi. L’armatura di chiave di un rigo, invece, non si estende agli altri. Questo diverso comportamento di default è dovuto al fatto che le partiture con strumenti traspositori sono molto più frequenti delle partiture poliritmiche.

\relative c'' {
  <<
    \new Staff { \clef "treble" \key d \major \time 3/4 c4 }
    \new Staff { \clef "bass" c,,4 }
  >>
}

[image of music]


Altre lingue: English, česky, deutsch, español, français, magyar, 日本語, nederlands.
About automatic language selection.

LilyPond — Manuale di apprendimento v2.17.97 (ramo di sviluppo).