1.8.3 Tipi di carattere

Questa sezione presenta il modo in cui sono gestiti i tipi di carattere e come possono essere modificati nelle partiture.


Tipi di carattere in dettaglio

I tipi di carattere vengono gestiti attraverso varie librerie. FontConfig rileva i tipi di carattere disponibili nel sistema; i tipi selezionati sono riprodotti con Pango.

I tipi di carattere della notazione musicale possono essere descritti come un insieme di glifi specifici, ordinati in varie famiglie. La seguente sintassi permette di usare vari caratteri feta di LilyPond (non testuali) direttamente nella modalità markup:

a1^\markup {
  \vcenter {
    \override #'(font-encoding . fetaBraces)
    \lookup #"brace120"
    \override #'(font-encoding . fetaText)
    \column { 1 3 sf }
    \override #'(font-encoding . fetaMusic)
    \lookup #"noteheads.s0petrucci"
  }
}

[image of music]

Tuttavia, tutti questi glifi, ad eccezione delle graffe di varie dimensioni contenute in fetaBraces, sono già utilizzabili con la sintassi ben più semplice descritta in Notazione musicale nel blocco markup.

Quando si usano i glifi contenuti in fetaBraces, la dimensione della graffa viene specificata dalla parte numerica del nome del glifo, in unità arbitrarie. Può essere specificato qualsiasi numero intero da 0 a 575 compresi, dove 0 corrisponde alla graffa più piccola. Il valore ottimale deve essere determinato per tentativi. Questi glifi sono tutte graffe sinistre; le graffe destre si possono ottenere con la rotazione, vedi Rotating objects.

Sono disponibili tre famiglie di tipi di carattere: il roman (con grazie), che usa di default New Century Schoolbook, il sans (senza grazie) e il tipo monospaziato typewriter – queste ultime due famiglie sono determinate dall’installazione di Pango.

Nota: Non ci sono tipi predefiniti associati con le famiglie sans e typewriter. Un file di input che usa una di queste famiglie può produrre output diversi su computer diversi. Per garantire un output coerente su piattaforme diverse, occorre specificare i tipi di carattere per nome e quei tipi devono essere presenti in qualsiasi sistema che elabori il file. Si veda Tipi di carattere per singolo oggetto e Tipi di carattere per l’intero documento.

Ogni famiglia può avere forme e serie differenti. L’esempio seguente illustra la possibilità di scegliere famiglie, forme, serie e dimensioni alternative. Il valore specificato per font-size è la modifica relativa alla dimensione predefinita.

\override Score.RehearsalMark.font-family = #'typewriter
\mark \markup "Ouverture"
\override Voice.TextScript.font-shape = #'italic
\override Voice.TextScript.font-series = #'bold
d2.^\markup "Allegro"
\override Voice.TextScript.font-size = #-3
c4^smaller

[image of music]

Una sintassi simile si usa nella modalità markup; tuttavia in questo caso è preferibile usare la sintassi più semplice spiegata in Scelta del tipo di carattere e della dimensione:

\markup {
  \column {
    \line {
      \override #'(font-shape . italic)
      \override #'(font-size . 4)
      Idomeneo,
    }
    \line {
      \override #'(font-family . typewriter)
      {
        \override #'(font-series . bold)
        re
        di
      }
      \override #'(font-family . sans)
      Creta
    }
  }
}

[image of music]

Sebbene sia semplice passare a un tipo di carattere preconfigurato, è anche possibile usare altri tipi, come viene spiegato nelle sezioni successive: Tipi di carattere per singolo oggetto e Tipi di carattere per l’intero documento.

Vedi anche

Guida alla notazione: The Feta font, Notazione musicale nel blocco markup, Rotating objects, Scelta del tipo di carattere e della dimensione, Font.


Tipi di carattere per singolo oggetto

Si può usare nella partitura qualsiasi tipo di carattere che sia installato nel sistema operativo e riconosciuto da FontConfig, usando la seguente sintassi:

\override Staff.TimeSignature.font-name = #"Bitstream Charter"
\override Staff.TimeSignature.font-size = #2
\time 3/4

a1_\markup {
  \override #'(font-name . "Vera Bold")
    { Vera Bold }
}

[image of music]

Il seguente comando mostra un elenco di tutti i tipi di carattere disponibili nel sistema operativo:

lilypond -dshow-available-fonts x

Vedi anche

Guida alla notazione: Tipi di carattere in dettaglio, Tipi di carattere per l’intero documento.

Frammenti: Text.


Tipi di carattere per l’intero documento

È possibile modificare i tipi di carattere usati come tipi predefiniti nelle famiglie roman, sans e typewriter specificandoli, in questo ordine, come è mostrato nell’esempio seguente, che ridimensiona automaticamente i caratteri col valore impostato per la dimensione globale del rigo. I tipi di carattere sono spiegati in Tipi di carattere in dettaglio.

\paper  {
  #(define fonts
    (make-pango-font-tree "Times New Roman"
                          "Nimbus Sans"
                          "Luxi Mono"
                          (/ staff-height pt 20)))
}

\relative c'{
  c1-\markup {
    roman,
    \sans sans,
    \typewriter typewriter. }
}

[image of music]

Vedi anche

Guida alla notazione: Tipi di carattere in dettaglio, Tipi di carattere per singolo oggetto, Scelta del tipo di carattere e della dimensione, Font.


Altre lingue: English, deutsch, español, français, 日本語.
About automatic language selection.

LilyPond — Guida alla Notazione v2.17.97 (ramo di sviluppo).